La Festa di Roma

La Festa di Roma

La Festa di Roma per il Capodanno 2020

Il prossimo 31 Dicembre, Roma si appresta ad accogliere centinaia di migliaia di persone. Un programma ricchissimo di grandi nomi e iniziative artistiche di assoluto valore con “La Festa di Roma”. Il tema che farà da fil rouge a tutti gli eventi sarà il rapporto tra l’Uomo e la natura. Un tema di strettissima attualità e che deve assolutamente avere il rilievo che merita. Il main event della manifestazione avrà come cornice d’eccezione il Circo Massimo. Il luogo di Roma deputato ai grandissimi nomi nazionali e internazionali per le esibizioni live.

Ed è proprio un nome di punta della scena internazionale per la Festa di Roma, l’artista che calcherà questo prestigiosissimo palco: Skin, l’iconica cantante solita e leader degli Skunk Anansie. Skin si esibirà con un pirotecnico DJ set che includerà grandi hits che spazieranno dall’indie rock alla techno, dall’house all’electric blues. Il suo talento caleidoscopico è riconosciuto universalmente, ma a Capodanno sarà Roma a godersi la sua performance. Skin inizierà poco prima della mezzanotte e condurrà il pubblico nel 2020 con uno show che andrà avanti sino alle 3 del mattino.

Mille Artisti per la Festa di Roma lunga 24 ore

Prima di lei, sul palco avremo il grande Ascanio Celestini autore di una delle sue “favole” con il tema della serata: il nostro rapporto con la Terra. L’autore romano sarà un perfetto mix di riflessione e divertimento, come testimonia il suo lungo percorso artistico in Tv e soprattutto teatro. Questi due grandi protagonisti saranno però affiancati da una serie di grandi artisti provenienti da background profondamente diversi tra loro ma allo stesso tempo così intimamente legati. Questi artisti opereranno nell’area che va da Piazza dell’Emporio a Ponte Fabricio, dalla Bocca della Verità al Giardino degli Aranci.

Ognuna di queste aree riprodurrà tramite installazioni e proiezioni i vari ecosistemi della Terra: dal ghiaccio alle praterie, dai deserti alle giungle e i boschi ed infine lo sconfinato ecosistema marittimo. Ma non saranno ambienti a compartimenti stagni, ci sarnno delle vere e proprie parate che coinvolgeranno gli astanti. Un modo per comunicare che tutti gli elementi e gli ambienti possono includersi traendone giovamento. Il Lungotevere sarà uno dei punti nevralgici della manifestazione, il suo corollario di storia e bellezza sarà il teatro di tanti show e di grandi iniziative musicali itineranti, dove orchestre professioniste guideranno la parata che ripercorrerà secoli di tradizione musicale italiana, legata al popolo e alla storia della nostra città. Il Capodanno a Roma 2020 del Comune di Roma si propone di divertire e far riflettere, il modo migliore per abbracciare l’arrivo dell’anno nuovo.