Coronavirus e capodanno, cosa si farà a Roma?

Coronavirus e capodanno, cosa si farà a Roma?Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio, si è espresso riguardo alle precauzioni da prendere durante il periodo delle festività natalizie, compreso Capodanno: a quanto pare, non saranno vietate le celebrazioni a casa, in famiglia.

Nessuna festa fuori, per locali, almeno secondo quanto affermato dall’assessore alla Sanità, ma i cenoni a casa e le feste con i famigliari e gli amici più stretti, a patto che si mantenga un certo distanziamento, non saranno vietate.

Le persone hanno diritto di trascorrere le loro vacanze in allegria, nonostante il Covid-19. Il panico causato dai contagi sempre più diffusi non deve bloccare la voglia di fare festa. Sebbene è probabile che i locali resteranno chiusi, in particolare quelli che creano grossi assembramenti come le discoteche, sarà possibile organizzare qualcosa a casa per condividere i momenti felici insieme alla famiglia. 

Ci sono tantissime cose che si possono fare. Tra questi particolari allestimenti e cene per stare in compagnia nel pieno rispetto di quelle che sono le normative per la sicurezza e la salute pubblica. 

Sicuramente avremo a che fare con un Natale e soprattutto con un Capodanno 2021 diversi dal solito. Molti non sono abituati a rimanere in casa in questi periodi. Eppure questo non esclude che potremo vivere queste ricorrenze in un modo del tutto nuovo e ugualmente divertente. 

Le cene a casa: cosa prevederà il Governo per il Capodanno 2021

Coronavirus e capodanno, cosa si farà a Roma? Sandra Zampa, sottosegretario, ha dichiarato che per quanto possibile, le persone dovranno cercare di avere un atteggiamento responsabile, anche nell’organizzazione dei cenoni festivi.

Infatti, è raccomandabile che non si creino assembramenti neppure all’interno delle mura domestiche, con un numero di partecipanti a ogni cena di massimo cinque o sei, al di fuori dei componenti dello stesso nucleo famigliare che vivono sotto lo stesso tetto (praticamente com’è adesso).

 I cenoni dovranno essere condivisi solamente con i parenti di primo grado. Stiamo parlando dei genitori, e in più le sorelle e i fratelli. Non si può evitare di tenere una certa distanza: è raccomandabile un distanziamento di almeno un metro tra un individuo e un altro, affinché non si rischi il contagio. 

Questa situazione, per quanto limitante, non impedirà comunque la possibilità di allestire una festa intima per celebrare il Natale e il Capodanno. Le persone, quindi, potranno comunque vedersi e trascorrere del tempo insieme, ma con cautela.

Si potrà mangiare allo stesso tavolo, condividere i piatti tradizionali delle feste. Inoltre si potrà parlare, scherzare e persino giocare a carte. Insomma, ci saranno dei cambiamenti che, però, non dovrebbero intaccare quello che è in fondo il vero spirito delle feste. 

Nessuno rischia di restare da solo, alienato e rinchiuso all’interno delle proprie mura domestiche, ed è questa la cosa più importante.

Magari per Coronavirus e capodanno dovremo dire un addio temporaneo agli eventi in piazza e ai tradizionali e folkloristici mercatini che illuminano le città, e soprattutto i paesi, ogni dicembre. Ma nonostante ciò saremo a casa a giocare a tombola, a mercante in fiera; mangeremo tutti quanti assieme il cotechino con il contorno di lenticchie e brinderemo allo scadere della mezzanotte, tra il 31 dicembre e  1 gennaio del 2021.

Divertirsi ma in sicurezza: l’obiettivo è scongiurare nuove ondate di contagi

In questo momento preciso, così come dichiarato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, la situazione a Roma e nelle altre province non è grave come in altre zone. Ma, per non scongiurare gli sforzi fatti fino ad ora, bisognerà stare attenti e provare a divertirsi in sicurezza.

Coronavirus e capodanno, cosa si farà a Roma? Quasi sicuramente chi vive a Roma, o nelle vicinanze, potrà uscire a comprare regali e andare nei vari negozi per prepararsi a Natale. Però si dovrà farlo in totale e completa sicurezza e seguendo tutte le regole.

Così facendo si otterrà un duplice e importantissimo risultato. Si riattiverà l’economia e aumenteranno gli acquisti e i consumi si riprenderanno e inoltre, molto probabilmente, non ci sarà un’ondata devastante di contagi. L’obiettivo ambizioso è proprio quello di salvaguardare la salute in primis e anche l’aspetto economico, tema dolente in questo momento difficile.

Quindi passare il capodanno a Roma in divertimento e sicurezza è possibile ed è auspicabile e la speranza è che si potrà stare con le persone amate e che contemporaneamente la situazione economica e sanitaria migliorino notevolmente.