Capodanno 2019 parte da oggi

Capodanno 2019, l’organizzazione riparte da oggi

Sembra ieri, forse qualcuno ancora deve digerire il cenone del veglione del 31 dicembre, eppure la macchina organizzativa di Capodanno 2019 sta già ripartendo. Eh si, non è dal nulla che nascono eventi, serate e concerti di capodanno di successo. In fatti lasciatoci alle spalle Capodanno e Carnevale che sono due delle festività più complesse a livello organizzativo, è ora di fare una pausa e cominciare la pianificazione.

Capodanno 2019 è quindi ufficialmente cominciato, o meglio, sta procedendo alla sua pianificazione. Non è un caso che la notte di San Silvestro ci si immerga in serate e festival organizzati alla perfezione, al contrario il disastro potrebbe essere dietro l’angolo.

Come si Pianifica un Capodanno con 10 mesi di anticipo?

I trend, le mode, i film, gli eventi e tutto quello che può interessare l’interesse pubblico saranno messi sul tavolo per trovare la ricetta perfetta del Capodanno 2019. Ad esempio due tra i temi più inflazionati degli ultimi due anni sono stati il Grande Gatsby per gli adulti e Frozen per i più piccini.

Avere un tema di riferimento, rende più facile la vita i direttori artistici degli eventi di capodanno 2019. Sulla base del tema sarà più facile costruire uno storytelling della serata e strutturare un programma che impegni i partecipanti durante l’evento. Ma non serve solo una storia, serve l’organizzazione.

Organizzazione significa comprendere il flusso di ospiti, allocare le risorse necessarie, baristi, camerieri, sicurezza, receptionist, responsabili. Tutto è importante, se ci sono 1000 partecipanti , openbar ed un solo bancone con 3 barman vi sembra una combo di successo?

Scegliere la festa di capodanno 2019 giusta è possibile?

Si, ma tutto è variabile in base alla nostra esperienza, ed a cosa i nostri gusti ci spingono a scegliere. Pensando a ciò detto poco fa, può funzionare un Bar con 3 Barman che devono servire con modalità openbar 1000 ospiti? Sembra utopico si possano evitare disagi e problemi, oltre ad un risparmio misero da parte degli organizzatori nei confronti dell’assunzione di un eventuale 4* Barman.

Ma se la struttura non è adatta a gestire un tale flusso, un personale più ricco potrebbe non  bastare a semplificare le cose. Quindi un vantaggio è certamente quello di conoscere un minimo la location.

Questo ci darebbe una chiave di lettura in più riguardo ciò che potremmo incontrare la notte di Capodanno 2019. Farsi consigliare magari da chi ci è già stato in altre occasioni potrebbe essere un ottima soluzione.

Quindi cosa ci aspetterà per il Capodanno 2019 a Roma?

Oltre alle tante alternative tra ristoranti, teatri, discoteche, ville, hotel e feste private, anche il Comune di Roma ha dimostrato negli ultimi 2 anni di avere un’identità. E’ stato un successo nel 2016 e ancora di più nel 2017 il Capodanno a Roma, che si è trasformato in un format mai visto prima e troppo poco seguito dai media.

Il Capodanno di Roma è durato 1 giorno, dalle 21 del 31 Dicembre alle 21 del 1 Gennaio. Artisti di Strada tra cui cantanti, ballerini, pittori ed ogni forma di artista esistente, si sono esibiti gratuitamente tra le vie della capitale. Al circo Massimo il grande show, che ha visto la partecipazione di oltre 30000 romani che sono venuti ad assistere lo spettacolo de “La Fura dels Baus”.